Tempo Reale “Fabroni Sound Garden”: 9 11 13 settembre performances a villa Fabroni di Pistoia

5' di lettura 02/09/2022 - suoni nel giardino d'autore con Tempo Reale nel “Fabroni Sound Garden”: 9 11 13 settembre a villa Fabroni di Pistoia

Il “giardino d’autore” di Palazzo Fabroni si anima di suoni, voci e danza nel progetto di Tempo Reale “Fabroni Sound Garden”: una tre giorni di paesaggi sonori
Il 9, 11, 13 settembre alle ore 19.00 “azioni sonore” performative in connessione con lo spazio aperte a tutti
Un giardino di suoni e performances nel cuore di Palazzo Fabroni, Museo del Novecento e del Contemporaneo di Pistoia, si anima in una tre giorni all’insegna del linguaggio contemporaneo a cura di Tempo Reale: per riecheggiare delle voci della tradizione in feste popolari antichissime, o divenire un’enorme voliera sonora risonante del canto degli uccelli di tutta Italia, e disegnare i suoi spazi in una performance corale con 12 musicisti che intonano uno dei grandi capolavori del compositore americano James Tenney.
Così lo spazio esterno collocato sul retro del palazzo, di recente completamente riconfigurato come un ‘giardino d’autore’ contemporaneo, ospita, nel solco del dialogo fra i diversi linguaggi della contemporaneità, tre “azioni sonore” performative dal titolo “Fabroni Sound Garden. Paesaggi di suono per il giardino d’autore di Palazzo Fabroni”. Il progetto è realizzato da Tempo Reale, con la collaborazione del Comune di Pistoia/Museo del Novecento e del Contemporaneo di Palazzo Fabroni, e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e il sostegno della Regione Toscana nell’ambito del progetto regionale “Toscanaincontemporanea2022”. Sono partner del progetto, inoltre, la Città Metropolitana di Firenze, il Comune di Firenze e il Ministero della Cultura.
Tempo Reale, il Centro di ricerca musicale, fondato da Luciano Berio, Ente di Rilevanza per lo spettacolo dal vivo della Regione Toscana, il 9, 11 e 13 settembre propone tre “azioni sonore” performative in connessione con lo spazio e con il significato artistico che esso veicola, per un universo sonoro da ascoltare e un mondo sonoro da costruire all’aria aperta.
Tre appuntamenti aperti a tutti con artisti di rilievo internazionale, protagonisti della ricerca musicale e performance corali disegnano e interpretano questo nuovo spazio dell’area museale attraverso il linguaggio sperimentale alla costante ricerca di un possibile teatro sonoro aperto e sorprendente.
Il compositore e ricercatore Francesco Giomi aprirà l’iniziativa con l’azione sonora sulle tradizioni fiorentine dal titolo “Florentia” che si basa prevalentemente su una lunga serie di registrazioni effettuate sul campo nel 2018 durante le due principali manifestazioni tradizionali fiorentine: lo Scoppio del Carro e il Calcio Storico. Il risultato e? una rilettura artistica di un paesaggio sonoro capace di evocare il continuo riferimento alla tradizione popolare della città in costante movimento (9/9). L’opera “Oiseaux” di Bernard Fort, uno dei piu? importanti compositori elettroacustici francesi, vera e propria autorita? nel campo dell’acustica ornitologica, abitera? in forma immersiva gli spazi orizzontali e verticali del Fabroni in un percorso acusmatico di rara emozionalita? (11/9). In chiusura la performance del Tempo Reale Electroacoustic Ensemble che dissemina musicisti e una danzatrice negli spazi aperti del giardino, interpretando uno dei grandi capolavori del compositore americano James Tenney. La sua “In a Large Open Space” e? un’opera aperta dove dodici performer scelgono di eseguire una serie di lunghe altezze microtonali, contribuendo ad un unico grande suono in continua trasformazione, cangiante e completamente modulato sullo spazio. Su questa tessitura la danzatrice e coreografa Cristina Kristal Rizzo costruisce il suo percorso in solo, proponendo incontri e distanze con il suono e le geometrie dello spazio esterno di Palazzo Fabroni.
FABRONI SOUND GARDEN
Paesaggi di suono per il giardino d’autore di Palazzo Fabroni
Palazzo Fabroni , Museo del Novecento e del Contemporaneo
via Santa 5, Pistoia
9, 11, 13 settembre 2022, ore 19.00
ingresso libero
www.temporeale.it
PROGRAMMA

Venerdì 9 settembre, ore 19
FLORENTIA | Azione sonora sulle tradizioni fiorentine
Francesco Giomi

Francesco Giomi e? un compositore e ricercatore italiano, ben radicato nel territorio toscano, il cui lavoro è espressione di un fare musica votato all’apertura dei linguaggi e alle istanze dell’ecologia acustica. Florentia – antico nome latino della citta? di Firenze – si basa prevalentemente su una lunga serie di registrazioni sul campo effettuate nel 2018 durante le due principali manifestazioni tradizionali fiorentine: lo Scoppio del Carro e il Calcio Storico. Il risultato e? una rilettura, sempre cangiante, di uno specifico paesaggio sonoro di Firenze, circostanziato nel tempo e nello spazio, ma capace di evocare il continuo riferimento alla tradizione popolare di una citta? in costante movimento.

Domenica 11 settembre, ore 19
OISEAUX | Azione sonora sul canto degli uccelli
Bernard Fort
Bernard Fort e? uno dei piu? importanti compositori elettroacustici francesi, vera e propria autorita? nel campo dell’acustica ornitologica. Il giardino si trasforma quindi in un’enorme voliera sonora risonante del canto degli uccelli di tutta Italia. La composizione ornitologica di Fort abitera? in forma immersiva gli spazi orizzontali e verticali del Fabroni in un percorso acusmatico delicato di rara emozionalita?: il canto ornitologico evolve in una struttura sonora fatta di altezze, frasi e gesti dal respiro poetico.

Martedì 13 settembre, ore 19
IN A LARGE OPEN SPACE | Azione collettiva di musica e danza
Tempo Reale Electroacoustic Ensemble & Cristina Kristal Rizzo
Una performance corale che dissemina musicisti e danzatori negli spazi aperti del giardino, interpretando uno dei grandi capolavori del compositore americano James Tenney. La sua In a Large Open Space e? un’opera aperta dove dodici performer scelgono di eseguire una serie di lunghe altezze microtonali, contribuendo ad un unico grande suono in continua trasformazione, cangiante e completamente modulato sullo spazio. Su questa tessitura la danzatrice e coreografa Cristina Rizzo costruisce il suo percorso in solo, proponendo incontri e distanze con il suono, ma esplorando con il gesto le geometrie della parte esterna del Fabroni.

Musica di James Tenney
Coreografia e danza: Cristina Kristal Rizzo
Musicisti: Marco Baldini, Agnese Banti, Francesco Canavese, Pierluigi Fantozzi, Simone Faraci, Francesco Giomi, Andrea Gozzi, Giovanni Magaglio, Damiano Meacci, Leonardo Rubboli, Luisa Santacesaria, Andrea Trona

Partner: Comune di Pistoia, Palazzo Fabroni, Fondazione Cassa di Risparmio Pistoia e Pescia, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, Ministero della Cultura, Toscanaincontemporanea2022








Questo è un articolo pubblicato il 02-09-2022 alle 22:18 sul giornale del 02 settembre 2022 - 22 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Giuseppe Faienza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dnPV

Leggi gli altri articoli della rubrica 360 Music





logoEV